Qualcuno lassù ci ama! Vero Jumpy?

Una mattina come tante si sarebbe potuta trasformare in una tragedia per entrambe! E invece qualcosa ha guidato i nostri istinti e ci ha salvate! Ed era destino che incrociassimo la strada luna dell’altra in quel preciso istante. Stavo cantando mentre conducevo la mia auto verso scuola e all’improvviso eccoti lì saltare in mezzo alla strada davanti a me… Nano secondi diventati eterni nei quali il mio piede ha spinto il freno fino a fine corsa nel tentativo di evitarti. E tu lì immobile, probabilmente pietrificata dalla paura, che mi guardavi arrivare in una frenata disperata. Mi hai fissata con i tuoi occhioni neri… Eri stupenda nella tua posa elegante… L’abs faceva sussultare l’auto e libri e borsa sono volati in avanti dai sedili posteriori. Le mie mani pietrificate reggevano saldamente il volante mentre l’onda adrenalinica saliva dall’addome e avvolgeva col suo calore tutto il torace e i battiti del cuore lo facevano sussultare mentre la faccia andava in fiamme… Eppure guardarti era così bello e rasserenante! In un attimo poi sei svanita con un unico balzo nel bosco e sono tornata al presente, sconvolta… E se ti avessi presa in pieno? E se fossi scesa a cercarti? Non sono nemmeno riuscita a fermarmi non trovando una piazzola dove far tornare un po di calma al corpo e alla mente! Sono arrivata a scuola felice di averti incrociata e soprattutto per il sollievo della tragedia evitata! E ancor ora ti rivedo lì ad osservarmi! Sei splendida Jumpy!!! ❤️❤️❤️

Share This:

L’emozione non svanisce

Sabato scorso le emozioni sono riaffiorate più vivide che mai durante l’incontro “Il dono” organizzato a Pescia da ADMO e il Prof Iadarola. ADMO Pistoia è un po’ speciale: nel consiglio ci sono tre trapiantati di midollo e uno smidollato!!! Lorenzo è il nostro jolly e come donatore effettivo di midollo osseo per un bambino inglese è idealmente il donatore di tutti! Parlare dopo la sua testimonianza non è semplice perché l’emozione stringe la gola e secca la bocca!!! Non so se sia così anche per Fulvia e Laura ma a me fa questo effetto! E idealmente ringrazio lui per ringraziare la mia sorellina!!! Cerco di raccontare il mio vissuto in modo leggero cercando di non far rattristare le persone che ho di fronte… Ogni volta però la mia storia non risulta mai uguale a se stessa. A volte cito una cosa, la successiva un’altra!!! E sabato c’erano anche i miei e vederli con i lucciconi agli occhi mi faceva venire il groppo alla gola!!! È stato un bellissimo pomeriggio. Adriana, il nostro presidente è unica! Così come unici sono i nostri volontari. E Paola si emoziona sempre ricordando quando ci siamo conosciute qualche anno fa a un incontro un po’ po ero di persone. Ma c’erano quelle giuste!!! E poi c’è stato l’abbraccio di un amico speciale che è voluto esserci nonostante il suo dolore. Difficile trovare le parole giuste, non ce ne sono… Spesso è meglio un semplice abbraccio senza parole per dire tutto!!! È stata un’altra giornata da ricordare!!! ❤️❤️❤️

Share This:

Lavoro-Stanchezza 1:0

E siamo arrivati a un altro venerdì e le settimane passano senza poter rallentare! E come ultimo giorno della settimana direi che sia proprio pienotto!!! Stamattina sveglia alle 5.40, aerosol, colazione e ti appresti a preparare il pranzo e ti accorgi che le fette di pane di kamut sono ammuffite dentro il sacchetto nuovo… Pranzo da ripensare… Un’ora di auto sotto un diluvio universale e l’auto che pattina nelle pozzanghere che ormai hanno preso il posto delle strade! Ovviamente sono andata più lentamente altrimenti mi sarei potuta ritrovare in un fosso!!! 😁 Arrivi a scuola e inizia il chiasso in classe che speravi di non sentire vista la stanchezza della settimana… Dimentico sempre che i ragazzi di 13 e 14 anni hanno tutt’altra carica rispetto a me!!! Aritmetica, algebra e geometria e le tre ore passano in attesa di ripartire! Devo andare a processare un campione a Firenze in labor… Il diluvio continua e penso alle alternative… Treno o auto? Se la pioggia continua così anche a Pistoia proseguo in auto! E invece, fortunatamente, non piove e allora parcheggio e vado alla stazione! Almeno riposerò un po’! E invece sul treno mi vien voglia di scrivere!!! Mi manca la vita di laboratorio e mi mancano le persone con le quali condivido tanto di me da tanti anni! E soprattutto mi manca il silenzio dell’essere a tu per tu con le provette che non devono essere richiamate all’ordine! Non so ancora a che ora tornerò stasera ma so già che sarò stanchissima ma felice di questa giornata! Nonostante i problemi amo ciò che faccio e nemmeno la bronchite e la stanchezza mi fermano!!! Stasera so già che mi addormenterò prematuramente sul divano e Vale avrà la solita pazienza! Mi aspetta un fine settimana di fuoco: mettere a posto casa, fare relazione di fine contratto, preparare i compiti in classe per la prossima settimana e differenziarle per i ragazzi con problemi di dislessia o cognitivi e studiare per l’orale di una selezione per tecnico di laboratorio… Come fare tutto? Andrò per priorità anche se sono tutte cose importanti! Intanto finiamo questa giornata e domani vedrò!!! Chi vivrà vedrà!!! ❤️❤️❤️

Share This:

Sempre tenere duro!

Altra giornata difficile da superare, soprattutto emotivamente parlando. Stamattina al risveglio di nuovo occhi rossi e il destro tutto appiccicato… La congiuntivite è tornata e insieme alla onnipresente tosse delle ultime settimane e la nuova nevralgia alla mandibola hanno leso l’ultima corda di forza che già iniziava ad allentarsi negli ultimi giorni. Nonostante tutto la vita deve proseguire e dovendo andare a scuola, sono partita alle 6.30 come sempre per la mia ora di auto. Il sole mi abbagliava mentre il bruciore agli occhi aumentava, la tosse sconquassava i polmoni e nemmeno l’acqua o le caramelle servivano… Ad un certo punto il magone è salito dallo stomaco e sono iniziate a scendere le lacrime! Ho cercato di pensare positivo rivedendo a ritroso ciò che di più grave ho superato ma niente riusciva a risollevarmi. Arrivata al parcheggio della scuola qualche messaggio scambiato con Vale ha iniziato a farmi pensare che anche queste passeranno e mi sono concentrata sulle ore che avrei passato con i ragazzi…magari mi avrebbero fatto fare qualche sorriso e avrebbero distratto la mia mente dai pensieri tristi. E così è stato anche grazie al loro affetto perché si sono preoccupati nel vedermi stare male ma anche grazie alle arrabbiature scaturite per la loro indisciplina. Finite le mie ore sono volata dal dottore: altri dieci giorni di antibiotici per la bronchite in pastiglie e aerosol e collirio per la congiuntivite! Ci sarebbe stato da bestemmiare ma la vicinanza dei miei mi ha aiutata a sorridere del mio solito stato di sfigata! E così si riparte… Un po’ rassegnandosi a ciò che capita sapendo che prima o poi passerà, un po’ grazie al sostegno di chi mi ama e mi sopporta, un po’ ringraziando per quel qualcosa che scaturisce dopo essersi sfogati un po’ e che mi fa sempre ripartire! Spesso si crolla più per le piccole cose che per le grandi! E mi viene in mente a quante volte ho detto ai miei di quanto mi sentissi più forte quando stavo peggio rispetto a quando stavo meglio! Probabilmente nei periodi più bui bisogna essere più forti ed è proprio quando si sta meglio che siamo più esposti ai crolli! L’importante è non fermarsi mai e andare sempre avanti! E sempre tener duro!!! Ma che fatica!!!! 😜❤️

Share This:

Giorno 14esimo dalla rinascita: l’attecchimento!

Che giornata!!!! Devo scrivere, devo per forza scrivere, non riesco a dormire dall’adrenalina!!! Ci siamo!!!! Sorellina mia il tuo dono mi riporterà alla vita!!! Ho parlato tanto negli ultimi giorni con le tue cellule staminali per incitarle a trovare la giusta via verso la loro nuova casa e iniziare a ricostruire la mia nuova speranza!!! E mi sono state ad ascoltare!!! Ho pensato molto a ciò che il dottor Bernie Siegel ha scritto nel libro “Amore medicina e miracoli” che mi ha regalato il pino nel lontano 1990 di ritorno da un viaggio di lavoro e che è diventato la mia bibbia nella malattia. Nel capitolo 6 “Concentrare la mente sulla guarigione” vi è scritto, citando un altro medico:”la visualizzazione aumenta la quantità di cellule bianche circolanti nel sangue e i livelli di un ormone, timosin-Alfa-1, che stimola i linfociti T-helper che supportano i linfociti T. L’ormone inoltre contribuisce a determinare la sensazione di benessere, dimostrando che il sistema immunitario può influenzare direttamente lo stato d’animo, così come avviene il contrario”. In parole povere il nostro stato d’animo influenza il sistema immunitario e quindi essere positivi aiuta sempre! Quindi penso di aver aiutato le nuove inquiline a sentirsi a casa e a iniziare a riprodursi!

Stamattina aspettavo con ansia l’arrivo del dott… Come per voler accelerare il tempo, mi sono fatta la doccia prima del solito per farmi trovare pronta prima dell’arrivo di Leo… Fare tutto da sola sta diventando sempre più faticoso, la debolezza si sente… Tornata a letto ho guardato un po di tv e mi sono addormentata non ricordo per quanto! E finalmente ho sentito aprire la porta e con un balzo felino mi sono messa a sedere a gambe incrociate sul letto. Ho chiesto al dott se ci fossero novità e lui con un sorriso splendido mi ha detto:”Ci siamo, i valori si sono mossi, i tuoi bianchi sono 200 stamattina!”…. Sono esplosa di gioia e le lacrime hanno invaso i miei occhi!!!! E subito:”Dott allora posso andare a casa?” E lui:”Per mandarti a casa i bianchi devono essere per lo meno 500 e prima dobbiamo diminuire la terapia infusionale e passare a quella orale. Ci vorranno altri dieci giorni come minimo…”. E io:”Vabbe’, il più ormai è fatto!!!! E mi dica un po’… La nuova boccetta che ho visto appendere ieri pomeriggio… Altro che vitamine eh?!?!?” E lui:”non ti si può nascondere niente vero?”. E poi mi ha spiegato che prima di tornare a casa in regime di degenza protetta bisogna che alcuni sintomi post trapianto si risolvano o riducano. Si, perchè  non ho detto che in questi giorni il mio fisico si è trasformato e evidenzia gli effetti della chemio. Le mie gambe sono tutte arrossate e scure e piene di puntolini rossi pruriginosi che mi tormentano, la pelle ha iniziato a sgretolarsi facendomi assomigliare ad una vecchia mummia e i capezzoli sono diventati neri come il carbone… Ho perso di nuovo i minuscoli capelli che erano ricresciuti e la nausea diventa sempre più insopportabile. Per contrastare la degenerazione della pelle mi devo cospargere più volte al giorno con l’olio di mandorla di cui non sopporto l’odore… Potrei essere addirittura fritta in padella!!! Ma vabbe’, passerà anche questo! Ciò che più conta è che ricomincerò a vivere!!!!! E finalmente potrò avere quella vita che non ho mai avuto!!!! Viva la vita!!!!

Share This: