Giorno +25: Ritorno a casa! ❤❤❤

Finalmente sono a casa!!! Ed è stata una delle giornate più lunghe in assoluto!! Anche stamattina mi sono svegliata con la speranza e la paura… solita routine, solite analisi in attesa di sapere… Quando il dott ha varcato la porta della mia camera ho cercato di carpire dal suo viso qualcosa di diverso… ed eccolo lì… quel sorrisino e quella gioia mista a orgoglio che fanno capolino!!! E con un immenso sorriso mi comunica che nel pomeriggio potrò tornare a casa!!! La fine di un incubo, le mie spalle che si alleggeriscono, il mio cuore che esplode per la felicità!!! Ce l’ho fatta!!! Sono riuscita ad andare oltre: oltre la bastarda, oltre la chemio, oltre i pronostici, oltre il terrore!!! Posso finalmente tornare alla vita, a Vale, ai miei, al mondo e a tutto ciò che ora potrò ottenere!!! E sono iniziate le ore più lunghe in attesa che i miei arrivassero a prendermi… e il timore dell’ignoto fa di nuovo capolino! Vattene… oggi voglio solo essere felice!!! La mia testa esplode perché posso ricominciare a pensare al futuro, alle mie cose da fare fuori di qui!! Vengo interrotta nei miei pensieri solo dall’ingresso degli infermieri, degli inservienti, dalle donne delle pulizie che si congratulano con me perché oggi uscirò! E nei loro volti un sospiro di sollievo. Mi viene consegnata la lettera di dimissioni con tutte le notizie sul mio ricovero con allegata la terapia da eseguire e il primo controllo da fare, fra ben due giorni!!! I miei bianchi sono 2850, l’emoglobina a 7,8 e le piastrine a 37000: tutto parecchio scarso ma consono alla dimissione! Mi viene consegnato anche un elenco di consigli ai quali attenermi anche a casa: solite docce, solita igiene, solita vita ospedaliera e pure un consiglio che non mi sarei mai aspettata: l’astensione dai rapporti sessuali fino a che le piastrine non arrivano a 200000!! E quindi, visto il loro valore attuale… mai!!! Nooooooooo… ma poi penso… in quel senso purtroppo ora sono un po’ spenta anche se il pensiero a volte sembra risvegliare qlcs… mi sa che Vale mi dovrà aspettare un pochino… e mi rattristo. Mentre sono assorta fa capolino la mamma… Mi aiuta a vestirmi e a preparare le mie cose che solo in parte ero riuscita a sistemare. E finalmente mi accompagna dal pino che aspetta in sala attesa e che mi accoglie fra le sue braccia. Saluto tutti con mille sorrisi e abbracci ed esco da quella porta e l’aria gelida di questo 10 dicembre invade i miei polmoni ridandomi la vita!!! Salgo in macchina e mi godo la libertà!!! Sto tornando a casa… e dopo una quarantina di minuti vedo le scale… e mi accorgo che tutta la mia potenza interiore non riesce a farmi salire quei gradini! Col sostegno del pino finalmente varco la porta di ingresso e trovo Vale ad aspettarmi!!! Sono tornata bimbus come ti avevo promesso e non ci lasceremo più!!! ❤❤❤

Share This:

Giorni +23 e +24: Verso casa! ❤️❤️❤️


Ora nella mia mente un solo pensiero con un solo nome: CASA… e ogni giorno la speranza viene meno per una causa sempre nuova: febbre che va e viene, valori che non sono mai stabili e che mi mettono ansia! Voglio uscire! E poi? Dietro il desiderio di casa però ha iniziato ad insinuarsi un timore che cerco di non far palesare perché non diventi prevalente. Se qui mi aiutano per qualsiasi cosa accada… a casa? Se mi viene la febbre alta? Se mi viene un sintomo che non ho mai sentito? Se… se… se… ho semplicemente un’ enorme paura di uscire di qui!! Chi riuscirà a prendersi cura di me?  E allora per non pensare mi metto a cantare al pc, cerco di passeggiare per rinforzare qualche fibra muscolare in più… ma che fatica!!! Guardo la tv ma mi annoia come sempre e rimango in attesa di fare qualche parola con qualcuno! E non riesco più a sopportare il cibo di qui… sempre lo stesso e sempre questa terribile nausea che non mi abbandona mai.. ma devo mangiare lo stesso perché nonostante il vomito devo costringermi a mangiare per riuscire anche minimamente trattenere qualcosa! Oggi sono già 35 gg che sono rinchiusa e posso solo scorgere il cielo da ciò che resta del vetro opacizzato della mia camera! Speriamo di essere alla conclusione di questa avventura!!! ❤️❤️❤️

dfb8bda2-7929-4f8f-9563-80a9a8438181-2613-0000035dffbf0d9d_tmp

Share This:

Giorno +22 dalla rinascita: protocollo sterile finito!!!!❤️❤️❤️

Nessuno può immaginare cosa possa significare vedere togliere dal vetro della porta della camera sterile il cartello “Attenzione protocollo sterile”!!! E’ un mix di emozioni… Sono di nuovo libera, il peggio è ormai alle spalle, ho una nuova paura che si insinua in me, quella che mi chiede:”E adesso? Come farò sola, non più protetta e con un sistema immunitario ancora ballerino a contrastare ciò che è fuori? Cosa potrà mai succedere???” Il dott mi ha dato il permesso di uscire da quella porta che da più di un mese mi protegge e allo stesso tempo mi tiene segregata… Mi ha detto che devo passeggiare in corsia più volte al giorno per rinforzare le gambe che non mi reggono più. Semmai le prime volte con aiuto e poi sola. E allora dopo pranzo ho confidato in tutto il coraggio possibile e ho varcato la soglia e al mio solito senza aspettare di avere un supporto! Ovviamente hanno dovuto anche staccare i tubicini del cvc!!! Finalmente libera!!!! Non ricordavo assolutamente la disposizione del reparto! E con molta difficoltà ho mosso i miei primi passi stentati, un po’ come quando si impara a camminare. E’ stata un’uscita breve perché le gambe “mi facevano Giacomo” ma è bastata per ridarmi un po’ di positività! E ho aspettato l’arrivo del pino il pomeriggio per ricominciare di nuovo a viaggiare più sicura… e di nuovo è stato lui ad accompagnarmi verso la sicurezza. Ho rivisto infermieri che non vedevo da un po’ e che mi inondavano di domande e sorrisi, medici che mi incitavano a darmi bonariamente una mossa per uscire prima possibile e altri pazienti della corsia che mi guardavano come fossi un essere strano… e non sapevo se avessero come me affrontato il trapianto o se fossero in attesa di farlo! Una persona però non sono riuscita a vedere: Clizia, ancora in protocollo sterile perché indietro di una settimana rispetto a me e con una gvhd più aggressiva della mia. Ma ce la farà anche lei, ne sono sicura! Che dire? Una giornata stupenda!!! ❤️❤️❤️

image

 

Share This:

Giorni +19, +20 e +21 dalla rinascita! ❤️❤️❤️

Questi ultimi giorni sono stati snervanti… Il mio umore non è dei migliori e sto diventando insopportabile!!! La mia pazienza si sta esaurendo!!! Voglio uscire da qui!!! I valori sono molto altalenanti e sembra sia normale e allora perché non mi mandano a casa? Odio questa camera, odio questa aria che ormai sa di stantio… Non riesco a mangiare a sufficienza e quindi non possono staccare la sacca dell’alimentazione. Il dott mi ha detto che probabilmente potrei avere il rigetto allo stomaco e che occorre aver pazienza e aspettare che le terapie facciano effetto. Hanno riaumentato il cortisone… Maledetto!! Mi libererò mai di lui?? Ho fatto tremilacinquecento domande al dott su cosa significhi rigetto. Non posso non sapere!!! Mi ha spiegato che il rigetto nei pazienti trapiantati di midollo avviene al contrario rispetto a quello dei pazienti trapiantati d’organo. Si chiama gvhd, acronimo per graft versus hosted disease, ovvero la malattia verso l’ospite. In parole povere, il midollo combatte contro me che lo ospito perché non mi riconosce come il suo corpo e cerca di distruggermi… E nel fare ciò combatte per me la malattia di base tenendola sotto controllo! Quindi è necessario che ci sia ma va controllato con i farmaci! Nei trapiantati d’organo invece è il corpo che rifiuta il nuovo organo perché non lo riconosce come tale! Esistono due tipi di gvhd: quella acuta che insorge nei primi 100 giorni dal trapianto e che spesso è anche letale e quella cronica che insorge successivamente che è meno rischiosa ma da tenere sotto stretto controllo perché può instaurarsi in un organo sempre diverso: intestino, polmoni, cute, stomaco, fegato ecc… Ciò non mi ha rincuorata… Però è anche vero che avrò qualcuno che combatte per me!!! In questi giorni cerco di ascoltare tanta musica perché è l’unica che riesce a rilassarmi un po’! E oggi per me è stato un bellissimo giorno perché sono riuscita a cantare di nuovo!!! E cantare Elisa e i Nightwish è un bel toccasana!!! Chissà se il grande fratello mi è stato a guardare e a sentire??? Forse si è fatto anche qualche risata!!!  Mina, pino e Vale sono stanchi… Loro dicono di no ma si vede!!! Spero che la reclusione duri ancora poco perché vorrei si potessero riposare e rilassare!! Chissà dove trovano ancora la forza di darmi forza!!! Il loro sorriso e il loro Amore è ciò che mi tiene in vita e malgrado tutto devo sempre pensare che ce la devo fare per loro!!! Quanto mi manca Manuel!!! Spero di rivederlo appena torno a casa!!! ❤️❤️❤️

image

 

Share This:

Giorno +18 dalla rinascita! ❤️❤️❤️

Mannaggia… Che giornatina… E che nausea tremenda!!! Dopo aver espletato tutta la routine mattutina ho atteso con ansia il nuovo pranzo… Appena ricevuto il vassoio tanto desiderato ecco che lo stomaco si è chiuso… Ma come si fa a mangiare? Mi hanno detto che mi devo sforzare perché sarà difficile, una volta a casa, non perdere ancora peso… E allora ho ingoiato ciò che mi piaceva di più col naso tappato per cercare di evitare gli effluvi che son causa del mio rigetto!! E poco dopo mi sono liberata di tutto… Non mi è mai piaciuto vomitare e così é anche peggio!!! Voler mangiare e non riuscirci è terribile!!! I liquidi poi sono i peggiori! L’unica cosa che riesco a trattenere un po’ di più sono le fette biscottate! E anche la cena non è stata diversa. Vale ha insistito perché mangiassi ciò che avevo nel piatto ma è più forte di me!!! Cosa può capire lui? Lui che per un minimo mal di stomaco sembra che muoia? So che mi vuole aiutare e lo amo per questo ma mi irrita sentirmi dire ciò che non riesco a fare!! Nella mia testa solo una richiesta non espressa:”lasciami stare!”. Eppure grazie a lui ho buttato giù qualcosa e forse qualcosa, forse un minimo, è rimasto dopo l’ennesimo vomito!!! E le lacrime che ultimamente sono diventate più frequenti sono scese di nuovo… Voglio uscire… Voglio tornare fra le mie cose!!! Tener sempre duro non è più così facile!!! Forse è normale sentirsi così dopo quasi un mese di clausura! Vale e i miei fanno talmente tanto per me… Devo cercare di resistere e sperare in una dimissione veloce almeno per loro!!! ❤️

image

Share This:

Giorni +16 e + 17 dalla rinascita!!!

Benvenuto dicembre!!! Con la temperatura che c’è qui in camera non sembra proprio che siamo in inverno!!! La mia finestra sigillata e tappata per metà affaccia su un cortiletto interno e non mi permette una gran visuale e il piccolo pezzo di cielo che riesco a vedere non mi dà molti indizi sul meteo!!! Sono ancora qui in attesa di qualche segnale. Mi hanno detto che le cose non vanno male e che probabilmente da domani inizieranno a somministrare i farmaci per via orale e vedere eventuali effetti dovuti alla graduale sospensione della morfina. Hanno già iniziato a diminuire gli antiemetici ieri e vedremo come andrà! E finalmente a cena ho potuto mangiare qualcosa di semi-solido per valutare se riesco a ingerire visto il residuo di mucosite. Non avrei mai pensato di essere così felice di mangiare una minestrina!!! Il profumo inebriava il mio olfatto, il gusto era qualcosa di divino!!! Io ho sempre odiato le minestrine!!!! E lo stracchino… Che goduria!!! E com’era fresco!!! La deglutizione è ancora un po’ faticosa ma credo che ormai il peggio sia passato! La cosa strana è che dopo pochi cucchiai di minestrina e un panetto piccolo di stracchino non ne potevo già più!!! Avevo pensato di ingozzarmi ma in realtà sentivo un po’ di rifiuto… E dopo poco più di mezz’ora ho iniziato ad avere una nausea terribile che non avevo avuto fino a stasera!!! Mannaggia, il mio primo pasto è finito sulle lenzuola perché non ho fatto a tempo ad andare in bagno e a chiamare… Quando l’infermiera mi ha trovata in quello stato mi vergognavo all’inverosimile… Mi sono scusata all’infinito ma sul suo volto c’era un sorriso e mi ha rassicurata dicendomi che è normale vista la riduzione dei farmaci anti vomito!!! Vabbè, dopo aver vomitato quattro mesi tutti i giorni per l’interferone l’anno scorso, di sicuro non sarebbe stato peggio!!! Buona notte e aspettiamo di tornare finalmente a casa!!! ❤️❤️❤️

dicembre

Share This:

Giorno +15 dalla rinascita

Sono già 26 giorni che sono qui… Novembre è finito e ci incamminiamo a Natale… Ma mi mandate a casa? La mia insofferenza cresce e questo isolamento sembra eterno! Stamattina dopo la solita routine e la visita hanno rifatto le lastre per vedere come stanno i polmoni visto che la tosse è rimasta e la febbriciattola torna ogni tanto. Per fortuna il versamento pleurico si è ridotto! Un barlume di speranza c’è che le cose inizino ad aggiustarsi. L’emocromo non è risultato brillante e hanno deciso di rifare una trasfusione di piastrine. E intanto la mia epidermide continua a sgretolarsi… Ma non posso farmi vedere in questo stato!!! Sono schifosa… e per di più con tutto questo puzzo di mandorle sempre addosso! La mucosite continua a tormentarmi… passerà mai? Inizio ad avere voglia di mangiare qualcosa di solido: una bella pizza, una fetta di pane e Nutella, le lasagne della mamma, le polpette, il saor e tutto ciò che potrebbe stuzzicare un palato un po’ orfano… Il doc mi ha detto che se tutto prosegue così fra qualche giorno inizieranno a introdurre gli alimenti magari più liquidi e soffici e a sostituire la terapia endovenosa con quella orale. Quando tutto ciò inizierà saremo sempre più vicini alle dimissioni! Intanto cerco di passare il tempo guardando i cartoni animati alla tv (non è che essendo rinata e avendo solo 15 giorni sia tornata davvero all’infanzia?), ascoltando musica e guardando qualche dvd… a metà perchè inesorabilmente la spossatezza infinita mi fa fare delle grasse dormite!

sacca-di-plasma

Share This:

Giorno 14esimo dalla rinascita: l’attecchimento!

Che giornata!!!! Devo scrivere, devo per forza scrivere, non riesco a dormire dall’adrenalina!!! Ci siamo!!!! Sorellina mia il tuo dono mi riporterà alla vita!!! Ho parlato tanto negli ultimi giorni con le tue cellule staminali per incitarle a trovare la giusta via verso la loro nuova casa e iniziare a ricostruire la mia nuova speranza!!! E mi sono state ad ascoltare!!! Ho pensato molto a ciò che il dottor Bernie Siegel ha scritto nel libro “Amore medicina e miracoli” che mi ha regalato il pino nel lontano 1990 di ritorno da un viaggio di lavoro e che è diventato la mia bibbia nella malattia. Nel capitolo 6 “Concentrare la mente sulla guarigione” vi è scritto, citando un altro medico:”la visualizzazione aumenta la quantità di cellule bianche circolanti nel sangue e i livelli di un ormone, timosin-Alfa-1, che stimola i linfociti T-helper che supportano i linfociti T. L’ormone inoltre contribuisce a determinare la sensazione di benessere, dimostrando che il sistema immunitario può influenzare direttamente lo stato d’animo, così come avviene il contrario”. In parole povere il nostro stato d’animo influenza il sistema immunitario e quindi essere positivi aiuta sempre! Quindi penso di aver aiutato le nuove inquiline a sentirsi a casa e a iniziare a riprodursi!

Stamattina aspettavo con ansia l’arrivo del dott… Come per voler accelerare il tempo, mi sono fatta la doccia prima del solito per farmi trovare pronta prima dell’arrivo di Leo… Fare tutto da sola sta diventando sempre più faticoso, la debolezza si sente… Tornata a letto ho guardato un po di tv e mi sono addormentata non ricordo per quanto! E finalmente ho sentito aprire la porta e con un balzo felino mi sono messa a sedere a gambe incrociate sul letto. Ho chiesto al dott se ci fossero novità e lui con un sorriso splendido mi ha detto:”Ci siamo, i valori si sono mossi, i tuoi bianchi sono 200 stamattina!”…. Sono esplosa di gioia e le lacrime hanno invaso i miei occhi!!!! E subito:”Dott allora posso andare a casa?” E lui:”Per mandarti a casa i bianchi devono essere per lo meno 500 e prima dobbiamo diminuire la terapia infusionale e passare a quella orale. Ci vorranno altri dieci giorni come minimo…”. E io:”Vabbe’, il più ormai è fatto!!!! E mi dica un po’… La nuova boccetta che ho visto appendere ieri pomeriggio… Altro che vitamine eh?!?!?” E lui:”non ti si può nascondere niente vero?”. E poi mi ha spiegato che prima di tornare a casa in regime di degenza protetta bisogna che alcuni sintomi post trapianto si risolvano o riducano. Si, perchè  non ho detto che in questi giorni il mio fisico si è trasformato e evidenzia gli effetti della chemio. Le mie gambe sono tutte arrossate e scure e piene di puntolini rossi pruriginosi che mi tormentano, la pelle ha iniziato a sgretolarsi facendomi assomigliare ad una vecchia mummia e i capezzoli sono diventati neri come il carbone… Ho perso di nuovo i minuscoli capelli che erano ricresciuti e la nausea diventa sempre più insopportabile. Per contrastare la degenerazione della pelle mi devo cospargere più volte al giorno con l’olio di mandorla di cui non sopporto l’odore… Potrei essere addirittura fritta in padella!!! Ma vabbe’, passerà anche questo! Ciò che più conta è che ricomincerò a vivere!!!!! E finalmente potrò avere quella vita che non ho mai avuto!!!! Viva la vita!!!!

Share This:

Giorno 13esimo dalla rinascita

Da ieri ho iniziato ad accusare un mal di testa fastidioso e forte che non se ne andava con nessuna sostanza somministrata dagli infermieri. Stamattina l’ho riferito anche al doc che mi è sembrato un po’ preoccupato. Dopo pranzo un’infermiera è entrata in camera per dirmi di prepararmi perchè mi dovevano portare a fare una tac urgente… Fuori?????? Nel mio stato????? Ero terrorizzata all’idea che ci potesse essere qualcosa al mio cervello, una delle paure che ho sempre avuto! Ho aspettato l’arrivo dell’ambulanza per il trasporto… il panico ormai si era impadronito di me e nemmeno mamma che mi era accanto riusciva a rasserenarmi. Anche dal suo viso trapelava la paura. Mi sono sdraiata sulla barella e appena varcata la porta di uscita ho sentito l’aria gelida arrivare ai miei polmoni nonostante la mascherina. La sensazione di respirare un’aria diversa è stata indescrivibile e per pochi secondi mi sono dimenticata del mio terrore. Fatta la tac sono stata riportata nella mia camera in attesa di sapere cosa avesse evidenziato. Devo essermi assopita per poco perchè non ho sentito entrare il doc… Doveva comunicarmi che sarebbe stato necessario eseguire anche una risonanza magnetica. Lui non voleva dirmi cosa avevano visto ma con me niente può essere tenuto nascosto. La tac aveva individuato due aree dense di lesione e era necessario valutare meglio la loro natura.  E lì il panico ha preso il sopravvento. Sarebbe stato necessario fare il liquido di contrasto che in vita mia non avevo mai potuto fare a causa del rischio elevato di shock anafilattico. Sono stata trasportata di nuovo al dipartimento di radiologia e a quel punto non ragionavo più. Nemmeno le gocce per calmarmi sembravano funzionare!!! A nulla era valso il tentativo del doc di dirmi che spesso questi addensamenti possono essere dovuti alla tossicità dei farmaci. Sono stata trasferita sul lettino della rm e la mia testa è stata ingabbiata per impedirmi di muoverla e sono scivolata all’interno di quel tubo inquietante sperando solo di non avere un infarto. Il tempo non trascorreva mai e cercavo di osservare l’esterno attraverso il minutissimo specchietto inclinato e appositamente sistemato per i pazienti. Una volta uscita e tornata in stanza ho aspettato con ansia il responso piangendo fra le braccia della mamma. L’esito per fortuna ha dato ragione al doc: le lesioni riscontrate sono l’effetto tossico della ciclosporina che è stata immediatamente sospesa e sostituita con il tacrolimus. Il mal di testa sarebbe passato. Ho assunto spesso la ciclosporina ma non mi aveva mai dato tali problemi! La tensione si è allentata e sono scivolata in un sonno ristoratore fino a cena.

L’attesa dell’attecchimento sta diventando un’ossessione! Cosa aspettano le nuove cellule a palesarsi? Qualcosa non va? E se il midollo non parte? Pensare al peggio ormai sembra diventato più semplice che pensare positivo… Eppure un barlume di speranza ancora la sento! Non può finire così! Non posso lasciare soli Vale e i miei… Dopo tutto ciò che hanno fatto per me! Anche stamattina l’emocromo non si è mosso e i dottori hanno detto che abbiamo tempo fino a domani. E allora la biologa che è in me è venuta fuori lasciando di stucco il dott. Gli ho semplicemente chiesto se non possano darmi qualche fattore di stimolazione per aiutarlo a partire visto che dorme ancora… E lui:” Pamela, sarebbe preferibile che partisse da solo! Un po’ di margine lo abbiamo ancora! Vedrai che andrà tutto bene!”. Però forse in qualche modo mi hanno ascoltata… Oggi pomeriggio verso le 16 ho visto una delle infermiere arricchire il mio albero di Natale con una nuova e piccola boccettina. Sono andata subito alla porta a vetri e le ho chiesto cosa fosse. Vitamine, vitamine per compensare una carenza… Appena è uscita ho cercato di vedere se l’etichetta riportasse qualche dicitura ma non riuscivo a vedere perché girata verso l’esterno! Questa cosa un po’ mi ha indispettita perché il mio albero non ha segreti per me! Sempre le solite venti boccette e la sacca dell’alimentazione… Quella nuova boccetta mi ha disturbata. Ho aspettato che finisse per vedere qualcuno venirla a togliere e magari farmi vedere un indizio… Niente! Non mi resta che aspettare e vedere se succederà qualcosa nei prossimi giorni! ❤️❤️❤️

Share This:

Giorni 6°-12° dalla rinascita

Ormai scrivo sempre meno… non ho voglia di niente… Anche la routine è diventata insopportabile e spesso non ho più voglia di seguire le regole di questo regime. Eppure devo, in qualche modo bisogna proseguire. Gli unici momenti di forza in questi giorni sono le visite di mina e pino e di Vale. E spesso non riesco ad essere troppo colloquiale nemmeno con loro. Lascio vibrare il telefono e spesso non rispondo al numero in camera. I giorni scorsi, giorni +7 e +9, hanno dovuto fare due trasfusioni di piastrine perchè l’emocromo non era buono e le mie gambe si erano riempite di petecchie. Che sapore sgradevole sentivo in bocca!!! E non è migliorato nemmeno dopo la fine dell’infusione!!! Ora è partita la fase del supporto ematologico. Se dagli esami i medici vedono che il midollo è un po’ pigro gli danno la giunta!!! Ieri poi mi sono accorta che da giorni non segnavo più se avevo evacuato. Per me che ho sempre sofferto del problema opposto a causa degli eosinofili è una vera catastrofe non andare regolare… E se entro oggi non fossi andata spontaneamente, avrebbero provveduto loro in qualche modo! Non volevo minimamente pensare a un eventuale clistere! Il dott mi ha spiegato che sicuramente è dovuto alla chemio e anche al fatto che non mangio autonomamente. Quanto avrei voluto avere uno dei miei soliti attacchi di colite per risolvere la cosa! Non mi sarei mai sognata di poter desiderare una cosa del genere dopo tutto ciò che ho passato! Lo sciroppo già lo prendevo da qualche tempo perchè probabilmente i medici sanno già che ci devono aiutare in qualche modo a mantenere la normale funzionalità intestinale, anche visti i mille tipi di antibiotici che somministrano. Ieri sera ho iniziato a sentire la pancia più dura e ho tentato l’impossibile. Avrò fatto su e giù dal bagno una ventina di volte tutta la notte ma niente! Stamattina ho dovuto prendere un po’ di glicerina che finalmente mi ha aiutata. Che buffo scrivere di questa cosa!!! Secondo me, quando rileggerò questa pagina mi chiederò:”Con tutti i problemi contingenti, perchè scrivere così tanto del tuo intestino?”. Forse per noi che viviamo qui reclusi ogni cosa che spezzi la routine diventa a suo modo importante e ci permette di focalizzare le nostre forze su un problema da risolvere! Ed è come trovare quel piccolo pezzo di puzzle che ti porta a riconquistare un po’ di normalità!!! Come vorrei tornare a casa, come vorrei respirare un po’ d’aria pura e non riciclata! Come vorrei una temperatura più ragionevole! Stare in canotta qui dentro è normale! La cosa strana a cui non mi potrò mai abituare è avere freddo alla testa!!! Devo sempre portare il berrettino sterilizzato che si è ritirato a tal punto con la sterilizzazione da diventare una vera e propria papalina! E a nulla sono valsi i tentativi di mamma di trovare berretti in puro cotone perchè una minima quantità di nylon la contengono sempre. Quindi la testa rimane sempre parzialmente scoperta! E quanto mi prende in giro Vale!!! E io gli rispondo sempre che dovrebbe prima guardare alla sua di pelata!!! Siamo proprio bellini insieme! Siamo i due pelati Cirio!!!

Share This: