Riflessione sulla vecchiaia

Ieri 17 gennaio, con gli Arcobaleni abbiamo concluso il ciclo di concerti iniziati un anno fa. Eravamo ospiti presso il centro Don Bosco a Pescia. Dopo aver riscaldato le voci con i vocalizzi sono andata in crisi perché la voce non usciva… Mi sono spaventata e per fortuna gli Arcobaleni sono riusciti a convincermi che tutto andrà bene con l’aiuto di Sissy. Verso le 15.20 gli infermieri hanno iniziato ad accompagnare in chiesa gli ospiti, chi sotto braccio, chi in carrozzina… Le persone anziane e indifese mi fanno tenerezza. Mi aspettavo di vedere anche i loro parenti in visita e invece erano soli, di domenica… La tristezza è aumentata… Anche noi saremo dimenticati e lasciati soli da vecchi? Questo pensiero mi ha sempre turbato, considerata anche la solitudine per la mia malattia… Non c’è un figlio, i nipoti sono lontani… La vecchiaia mi spaventa più per questo che per altro… Eppure non mi cambierebbe granchè… Eppure… Abbiamo cantato, io ho fatto solo il pesce, e alla fine di ogni brano ci applaudivano come avessimo fatto chissà che… Spesso cantavano con noi ed era bello unire le nostre voci insieme. Alla fine ci hanno chiesto anche il bis e finito anche quello ci siamo mescolati un po a loro e una signora ci ha stretto le mani per ringraziarci della compagnia e per dirci che quando abitava in Svizzera cantava anche lei. Col cuore le abbiamo detto che ritorneremo!!! Siamo usciti col cuore pieno di gioia ma anche di tristezza e questa non mi ha lasciato nemmeno oggi quando mi sono resa conto di quanto si senta sola e inerme la mamma di Vale… Come dice lei non si difende più e dipende sempre da noi e da Elsa che la aiuta. Nonostante ciò spesso la riteniamo un peso perché dobbiamo occuparci di molte cose… Eppure lei ha sempre fatto tanto per tutti e nessuno le è grato! In qualunque modo uno sia non va mai bene… Come dovremmo essere allora? Non lo so… Dovremmo solo essere grati di poterci essere e godere sempre della presenza degli altri!!! 

Share This:

11 thoughts on “Riflessione sulla vecchiaia

  1. Io ho una mamma di 96 anni che vive con me. È invalida e allertata ed io mi prendo cura di lei. Soffre di molte patologie alle quali ultimamente si sono aggiunte delle ischemie transitorie che le portano momenti in cui non capisce. La notte nei momenti peggiori dormo con lei e ci teniamo per mano . Io ritorno bambina e lei diventa a sua volta la mia bambina. Spero di poterla assistere fino in fondo ed essere presente per cogliere il suo ultimo respiro. Ciao

    • Ciao Marisa!!! Che emozione sentirti parlare di tua mamma!!! Mi sono commossa… Non so cosa si provi ad accudire la propria mamma dopo che è stata la nostra custode per tutta la vita! E ho il terrore di ciò che dovrò prima o poi affrontare! Pensiamo sempre che i nostri genitori siano eterni, non accettiamo che se ne possano andare! Io vorrei un milione di volte morire prima di loro per non vederli soffrire… Ma spesso non va così!!! Di sicuro farò come te che nonostante il dolore, la fatica e lo sfinimento rimani vicino a lei seppur non ti riconosca sempre!!! E come te cercherò di far tesoro di ogni singolo minuto per ricambiare quell’amore incondizionato ricevuto e serbarne il ricordo per sempre!!! Ti mando un abbraccio immenso e se ti farà piacere fammi sapere come va!!! E se hai bisogno io sono sempre qui!!! ❤️

  2. Pretty nice post. I just stumbled upon your blog and wanted to say that I have really enjoyed surfing around your blog posts. In any case I will be subscribing to your rss feed and I hope you write again soon!

  3. I like the helpful info you provide in your articles. I will bookmark your weblog and check again here frequently. I am quite certain I’ll learn many new stuff right here! Good luck for the next!

  4. Thank you for some other informative blog. Where else could I am getting that kind of information written in such an ideal manner? I have a undertaking that I am just now operating on, and I’ve been on the glance out for such information.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *